Vediamo tutto quello che bisogna sapere sulla Travel Customer Journey, elemento fondamentale che permette di conoscere e migliorare la percezione che il target ha nei confronti della nostra attività.

Ma cos’è il Travel Customer Journey? Non è altro che il processo d’acquisto di un viaggio: dalla fase di ricerca fino al check-out, passando attraverso degli step.

Per il gestore di una qualsiasi struttura ricettiva, quindi, è fondamentale capire cosa succede in ciascuna di queste fasi per relazionarsi al meglio con il potenziale cliente.

Un viaggio nel viaggio in sostanza.

A cosa serve il Travel Customer Journey

I vari step della Travel Customer Journey permettono di aumentare la reputazione delle attività che operano nel settore del turismo.

La brand awarness è quindi un dettaglio che non si deve sottovalutare: offrendo un percorso ottimale ai potenziali clienti si ha la concreta possibilità di ottenere un incremento della propria popolarità sul web.

Tutto ciò si trasforma in ulteriori prenotazioni e/o consumazioni. Pertanto sfruttare un insieme di procedure ottimali e adeguatamente studiate permette di ottenere il massimo grado di soddisfazione, e soprattutto la certezza che determinati obiettivi potranno essere raggiunti senza grosse complicanze.

Gli step della Travel Customer Journey

La travel customer journey, come detto in precedenza, si articola in diversi step, vediamo quali sono:

  • Catturare l’attenzione: in questa fase il viaggiatore è confuso, non sa quale destinazione scegliere, pertanto, per attirare la sua attenzione dovrai confezionare dei contenuti accattivanti; punta su immagini e video per creare una sorta di legame tra la struttura e la destinazione.
  • Offerte interessanti: predisponi un’offerta imperdibile per invogliare il potenziale cliente a prenotare presso la tua struttura.
  • Fidelizzare: una volta ottenuta la prenotazione devi conquistare la fiducia del tuo cliente. Questa è la fase in cui si instaura una relazione con esso, diventando ai suoi occhi come un autentico e affidabile conoscitore della destinazione; questo significa che, molto probabilmente, l’ospite diventerà un cliente di ritorno. Per riuscire ad avere una clientela fidelizzata devi puntare tutto sulla personalizzazione del viaggio: studia i servizi acquistati dal cliente, offri ciò di cui ha bisogno.
  • Vendi delle esperienze: oltre al semplice soggiorno, conquista il cliente proponendogli delle esperienze da vivere sul territorio.
  • Soddisfazione: monitora la soddisfazione del cliente sia durante la permanenza nella struttura, in modo da intervenire tempestivamente sulle eventuali pecche, e sia dopo il soggiorno, infatti, la travel customer journey non si conclude con il check-out, bensì, è proprio alla fine della vacanza che i clienti rilasciano la propria recensione online. Inoltre, nel corso delle settimane successive, sulla base delle informazioni prese, potrai presentare delle offerte personalizzate al cliente in modo da coinvolgerlo per una ulteriore vacanza.

Insomma, ogni prenotazione confermata non è casuale, ma frutto di studio e pianificazione.